5.     LA TIPOLOGIA DI FILMATO

 

 

CAM 5Quando i nostri filmati li usiamo per condividere sui social non è necessaria una alta risoluzione, anche perché si consumerebbe molta connessione per caricarli e chi li guarda consumerebbe buona parte della propria connessione dati. Il tutto senza ottenere nessuna evidente differenza. Pertanto si può regolare fin da subito una risoluzione medio bassa. Da non sottovalutare però che registrando ad alta risoluzione, è poi possibile tramite i programmi di EDITING ridurla quando andremo a salvare il nostro video. Quindi la maggior parte di persone consapevoli di ciò che stanno facendo, in genere, adotta una qualità media di risoluzione che ben si adatta a tutto e non ingombra molta memoria. Se invece desideriamo fare qualche lavoro speciale, soprattutto da proiettare in mega schermi, oppure rallentare al massimo le immagini, conviene impostare la massima risoluzione e nel caso poi serva da condividere si può sempre ridurre tramite EDITING. Un consiglio utile è da attribuire ai vari formati video (ce ne sono tanti). Mentre nei documenti di testo c’è stato nel corso degli anni uno standard che si è affermato e diventato più o meno ufficiale, nei video c’è un continuo cambiamento di CODEC, di formati vari e spesso si hanno brutte sorprese. Tra le più frequenti si manifesta che il proprio programma di EDITING non tollera il formato video della nostra CAM appena acquistata. Oppure che il programma di lettura video, o la scheda video del nostro PC non leggono la registrazione. Pertanto un buon consiglio è quello di conoscere in quale formato video registra la CAM che andiamo a scegliere ed assicurarsi che sia compatibile con i nostri strumenti di lavoro. Tra i tantissimi formati video i più utilizzati al momento sono: AVI, WMV, MOV, FLAV, MP4.

continua con LE REGOLAZIONI DELLA CAM

 

 

GUARDA IL VIDEO CONSIGLIATO: 2 DENTICI CON POCA FATICA

 GUARDA IL VIDEO CAM

 

TORNA ALL’INDICE GENERALE TUTTO SULLA CAM

Connect with us