LA MIA TECNICA TOTALE

 

PESCA RAZZOLO 01In realtà a me piace chiamarla TECNICA TOTALE perché come la intendo io è l’esatto mix di tutte le altre tecniche.In poche parole si scende senza sapere come concludere l’azione. Decisione che va presa di volta in volta a seconda dei casi.Di solito si effettua con una ampia scansione del fondale dove la capacità visiva è una delle armi vincenti che permette di scoprire le prede, oppure i dettagli che portano a loro.

E’ preferibile l’acqua limpida e il sole alto perché aiutano molto nella ricerca che comunque avviene sempre poco sopra al fondale e non dalla superficie. C’è da dire che mentre si pesca in questo modo è sempre da preferire un fucile più lungo che corto, perché spesso mentre si scende si potranno vedere pesci tipici da aspetto e allora si conclude la discesa con un appostamento atto ad incuriosirli per portarli a tiro, ma anche se capita qualche bella preda come una cernia in candela, si ha l’opportunità di colpirla da lontano. Il corto rimane comunque alla boa e in caso di pesce che fugge in tana, c’è la possibilità di cambiare fucile prima di andare ad esplorare i meandri. L’apnea va sempre preparata bene perché non sai mai come si concluderà l’azione e bisogna essere pronti a tutto. Oltre a questo è anche vero che più metri quadrati di fondale si scansionano e più opportunità si avranno. Il segreto della riuscita, oltre alla capacità visiva è anche quello della capacità di controllo (un altro motivo per cui è per me una tecnica totale) – ovvero controllo dell’assetto, delle emozioni, dell’azioni e della gestione del tiro che è spesso in posizioni scomode. Il Lato più emozionante di questa tecnica è l’imprevedibilità e la completezza che rendono ogni azione differente e inaspettata, così come le tipologie di prede che possono essere catturate.

PESCA RAZZOLO 02Ad onor del vero esiste anche il Razzolo specifico quello che spesso si fa nelle competizioni, ovvero con fucile corto e fiocina, scorrere in semi planata, 2-3 metri sopra il fondale perlustrando buchi, canali, ciuffi di alghe alla ricerca di pesci nascosti, ma questa è una scelta dettata spesso dalla ricerca di tordi, scorfani, saraghi. Nella pesca ricreativa c’è meno interesse verso le prede minori, quindi diventa una tecnica più raffinata e ampia che permette qualsiasi cattura.

 

GUARDA IL VIDEO

 

TORNA ALLE TECNICHE DI CATTURA

Connect with us